Workstation e notebook

Il 14 gennaio 2020 terminerà il supporto per Windows 7

Ciclo di vita del supporto di Windows 7


Windows 7 è stato un grande sistema operativo. Ma oggi è un prodotto obsoleto: il periodo di “supporto esteso” a Windows 7 è infatti ormai concluso. Di conseguenza, Microsoft interromperà presto la distribuzione di tutti gli aggiornamenti (patch di sicurezza incluse). Vediamo allora nel dettaglio quando finirà il supporto di Windows 7, quali ripercussioni concrete ci saranno su noi utenti e rispondiamo (senza luoghi comuni) alla domanda “Devo davvero abbandonare Windows 7?

Microsoft si è impegnata a fornire 10 anni di supporto tecnico per Windows 7 quando è stato rilasciato il 22 ottobre 2009. Al termine di questo periodo di 10 anni, Microsoft interromperà il supporto di Windows 7 in modo da potersi concentrare sul supporto di tecnologie più recenti e di nuove esperienze. Il giorno specifico della fine del supporto per Windows 7 sarà il 14 gennaio 2020. Dopo tale data l’assistenza tecnica e gli aggiornamenti software di Windows Update, che ti permettono di proteggere il PC, non saranno più disponibili per il prodotto. Microsoft consiglia vivamente di passare a Windows 10 prima di gennaio 2020 per evitare che, in caso di bisogno, l’assistenza o il supporto non sia più disponibile.

Che cosa significa per me la fine del supporto?

Dopo il 14 gennaio 2020 il PC in cui è in esecuzione Windows 7 non riceverà più gli aggiornamenti della sicurezza. Pertanto, è importante eseguire l’aggiornamento a un sistema operativo moderno, ad esempio Windows 10, che può fornire gli ultimi aggiornamenti per mantenere te e i tuoi dati più sicuri. Inoltre, il servizio clienti Microsoft non sarà più disponibile a fornire il supporto tecnico per Windows 7.

A) Addio alla sicurezza
Dopo il 14 Gennaio 2020 Microsoft non tapperà più eventuali falle riscontrate nel suo vecchio sistema operativo, lasciando di fatto gli utenti in balia della criminalità informatica. Qualcuno potrebbe pensare che, a quel punto, basterà dotarsi di un software di sicurezza aggiornato, ma questo è vero solo in parte. Molte tecniche di attacco eludono i controlli di questi software e mirano direttamente a problemi noti dei sistemi operativi. Senza contare che alcuni produttori, nel momento in cui Microsoft cessa il supporto di sicurezza a un prodotto, tendono a non supportarlo più nemmeno loro. Questo perché nemmeno loro possono intervenire sull’aggiornamento del sistema operativo e la loro copertura può arrivare solo fino a un certo punto.

B) Grossi problemi con l’hardware
Infine, terminato l’extended support terminerà la compatibilità anche di diversi componenti hardware. Molti, a dirla tutta, già non supportano più Windows 7, ma la situazione è destinata a peggiorare. Questo succede, in particolare, con i processori più moderni. Per esempio gli Intel di settima generazione (i “Kaby Lake”) esigono che si aggiorni il sistema operativo all’ultima versione, per via di una politica introdotta da Microsoft nel 2016. Niente parolacce: il gigante di Redmond, già da qualche anno, non producendo i dispositivi dove viene installato il proprio sistema operativo, ha deciso per lo meno di stringere i controlli per garantire stabilità e sicurezza. È quello che fa anche Apple, per esempio, quando vi obbliga ad aggiornare il sistema operativo per far funzionare le app più nuove. Solo che a Apple sono più bravi col marketing.

Cosa posso fare?

Alla maggior parte degli utenti di Windows 7 converrà passare a un nuovo dispositivo con Windows 10. I PC moderni sono più veloci, leggeri, ma anche potenti e più sicuri e con un prezzo medio considerevolmente inferiore a quello del PC medio di otto anni fa.

E’ Il momento di cambiare
Insomma, ora che il conto alla rovescia è iniziato, vale la pena prendersi per tempo e iniziare a migrare verso il lido soleggiato e moderno di Windows 10. Questo è vero, in particolare, per le aziende, che hanno sempre un sacco di problemi ad aggiornare le macchine. A voler essere onesti fino in fondo, Microsoft per Windows 7 offre la possibilità di estendere a pagamento il supporto al vecchio sistema operativo. Non si tratta di un servizio dedicato ai privati, ma a grandi masse di computer (per esempio quelli presenti in infrastrutture critiche o enti governativi). E pure con costi non proprio popolari, se si pensa che il governo inglese ha pagato la bellezza di 5,5 milioni di sterline per un anno di supporto aggiuntivo al decrepito Windows Xp. Aggiornare è decisamente meglio e il tempo per farlo, tutto sommato, c’è. Tic tac, tic tac.

Come posso eseguire l’aggiornamento a Windows 10 gratuitamente?

L’offerta di aggiornamento gratuito a Windows 10 è scaduta il 29 luglio 2016. Per ottenere Windows 10 dovrai acquistare un nuovo dispositivo o, se hai un PC compatibile, una versione completa del software per aggiornare il tuo dispositivo esistente. Ti consigliamo di non installare Windows 10 in un dispositivo meno recente poiché alcuni dispositivi Windows 7 non sono compatibili con Windows 10 o potrebbero offrire una disponibilità ridotta delle funzionalità.

Che cosa accade se continuo a usare Windows 7?

Se continui a usare Windows 7 dopo il termine del supporto, il tuo PC continua a funzionare, ma diventerà più vulnerabile ai rischi per la sicurezza e ai virus e non riceverà più da Microsoft gli aggiornamenti software, inclusi gli aggiornamenti della sicurezza.

Windows 7 può essere comunque attivato dopo il 14 gennaio 2020?

Windows 7 può comunque essere installato e attivato dopo la fine del supporto. Tuttavia, sarà più esposto a rischi di protezione e virus a causa della mancanza di aggiornamenti della sicurezza. Dopo il 14 gennaio 2020 Microsoft consiglia vivamente di utilizzare Windows 10, anziché Windows 7.

Internet Explorer continuerà a essere supportato in Windows 7?

Il supporto per Internet Explorer su un dispositivo Windows 7 sarà interrotto il 14 gennaio 2020. Come componente di Windows, Internet Explorer segue il ciclo di vita del supporto del sistema operativo Windows su cui è installato.

Che cosa accade se è in esecuzione Windows 7 Enterprise?

Se usi Windows in un ambiente di lavoro, ti consigliamo di contattare innanzitutto il tuo fornitore per saperne di più.

E Windows 7 Embedded?

Le versioni di Windows per i dispositivi incorporati, ad esempio bancomat o pompe di benzina, presentano date del ciclo di vita che talvolta sono diverse da quelle delle versioni di Windows utilizzate nei PC.

Rispondi